Fini: "Stronzo" chi discrimina gli stranieri

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fini: "Stronzo" chi discrimina gli stranieri

Messaggio  anera90 il Mer Nov 25, 2009 1:08 am

Non usa mezzi termini Gianfranco Fini per definire chi usa "qualche parola di troppo" nei confronti degli immigrati, che il presidente della Camera non esista a definire degli "stronzi". Nel corso di un incontro nel centro 'Semina' con i ragazzini, per la maggioranza stranieri tra gli 8 e i 18 anni di età, della associazione 'Nessun luogo e' lontanò, Fini ha fatto diverse domande ai ragazzini presenti: "Qualche volta vi pesa essere qui? C'é qualcuno che ve lo fa pesare? O qualche volta c'é qualche stronzo che dice qualche parola di troppo?". I ragazzini ridono e il presidente della Camera prosegue: "Uso questa parola perché se qualcuno dice che siete diversi la parolaccia se la merita: voi la pensate io la dico". L'onorevole ha inoltre difeso la legge che porta il suo nome, ovvero la Bossi-Fini, definendo il suo impianto "giusto". "Oggi - ha tuttavia aggiunto - farei un paio di modifiche: allungherei ad un anno il periodo per trovare lavoro nel caso in cui si interrompa il rapporto lavorativo vista la crisi che stiamo vivendo". L'altra modifica, ha proseguito, è relativa alle "modalità per il rinnovo del permesso di soggiorno" per le quali si dovrebbero sveltire le pratiche burocratiche consentendo ai consolati di svolgerle ed evitando così il ritorno nei paesi di origine che "non ha senso". Gianfranco Fini ha inoltre bacchettato la stampa e i media per i continui "riferimenti etnici" nei reati che possono indurre i cittadini a credere "nell'equazione: straniero uguale delinquente". "E' un modo superficiale di informare. Se un romeno - ha aggiunto l'ex leader di An - o un eritreo scippa una signora italiana il titolo è 'Romeno scippa...'. E' un modo scorretto, superfluo e impreciso di informare: ci sono stranieri delinquenti così come ci sono italiani delinquenti, ma gli uomini sono tutti uguali e devono essere trattati nello stesso modo dalla legge, dalla stampa e dalla politica". Ecco perché, ha concluso, "sarebbe bello se l'informazione non titolasse con riferimenti etnici perché altrimenti si può diffondere tra i cittadini l'equazione: straniero uguale delinquente". (Fonti ANSA)

Forse non sarà politicamente corretto ma in un paese che giorno dopo giorno si fa sempre più xenofobo, razzista e, a quanto pare, anche omofobo e discriminante c'è bisogno che le istituzioni si muovano con forza e si facciano sentire presenti. Quindi sono perfettamente in linea con il pensiero di Fini e spero che la Chiesa non se ne stia a guardare in silenzio con fare discriminatorio ma che possa intervenire anch'essa...
avatar
anera90

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 27
Località : Palermo

Vedi il profilo dell'utente http://anera90.spaces.live.com/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum